top of page
  • Oksana Bashmakova

Karma | Reincarnazione. Cosa può succedere se, in una vita passata, una persona si è suicidata



Cosa può succedere se, in una vita passata, una persona si è suicidata.

Mi viene spesso chiesto come mai capiti che dei bambini innocenti possano morire in così tenera età.


Per riuscire a comprendere la motivazione occorre indagare sulle vite passate. Dopo averlo fatto, potrete arrivare a comprendere che, un bambino, non nasce per la prima volta e che ciò che sperimenta durante l'infanzia é in qualche modo collegato alla sua vita passata e alle persone con cui ha vissuto in una vita precedente.

Dopo aver studiato alcune delle mie vite passate e quella di alcuni parenti, ho finalmente compreso cosa significa il termine karma.


Molto spesso, se un bambino perisce in un incidente, la sua morte ha delle caratteristiche simili a quelle sperimentate in una vita passata.

Porto l'esempio di una bambina di 4 anni che morì annegata cadendo accidentalmente in una grande botte d'acqua; nella sua vita passata fu una donna morta di suicidio, all'età di 36 anni, annegandosi.

Cercando di approfondire le ragioni di questo, si é scoperto che questa bambina, in una vita passata, ha amato moltissimo un uomo, lo ha sposato, ha dato alla luce un bambino ma, presto, quest'uomo ha trovato un'altra donna abbandonando sia lei che il bambino. La donna ha sofferto a lungo di quanto accaduto e di questo amore non corrisposto, arrivando ad impazzire ed al suicidio.


Nell' incarnazione successiva, lei nasce come la figlia dell'uomo che, nella vita precedente, l'aveva fatta soffrire abbandonando lei ed il loro figlioletto.

Lo scopo della sua rinascita é proprio sentirsi amata dallo stesso uomo che non aveva ricambiato il suo amore nella vita passata. E accade esattamente così: il padre della bambina l'amava moltissimo, così tanto che gli sembrava impossibile potesse vivere senza di lei.

Tutto andava bene, erano felici, ma poi scoppiò la tragedia : la bambina stava giocando in giardino e, inavvertitamente, cadde in una grande botte d'acqua. In quel momento, purtroppo, non c'era nessuno che potesse vedere cosa stava succedendo. La bambina, così, morì annegata.


Potete solo immaginare come può sentirsi un padre dopo aver perso la sua amata figlia: esattamente come si sentiva la donna ( la bambina nella vita successiva) quando ha perso il suo amato marito fino ad impazzirne e suicidarsi. Questo è il karma.

Il "programma" di un' improvvisa e tragica morte di un bambino può essere presente nell'anima di quelli che si sono suicidati in incarnazioni passate.


Una persona che, per esempio, si è suicidata annegandosi, nella prossima vita muore nell'acqua; se ha utilizzato una corda, invece, la morte sopraggiungerà per soffocamento; se si é tagliata le vene, allora, potrebbe essere per una lesione che causi una grave perdita di sangue, e così via.

La causa della morte, nelle vite successive, rimarrà la stessa, solo che non dipenderà dalla persona, non si tratterà di un suicidio ma accadrà all'improvviso, accidentalmente, e per i genitori sarà sempre una grande tragedia.